Creare un gioiello con le resine 3D calcinabili Formlabs

Staff Blog, Formlabs Leave a Comment

La stampa 3D offre oggi molte differenti opzioni per creare un gioiello. I materiali per il settore orafo sono infatti sempre di più.

Oggi ci occuperemo di resine 3D e in particolare della Castable Wax Resin e della Castable Wax 40 Resin di Formlabs. Questi due materiali sono stati infatti appositamente ideati dalla casa madre per la microfusione a cera persa. creare un gioiello img

Formlabs, prima con il modello Form 2 e ora con l’ultimo modello Form 3, offre con le sue stampanti 3D un sistema completo per il settore orafo. Propone infatti resine per la gommatura a caldo (High Temp Resin), per la gommatura a freddo (Standard Grey Resin) e materiali calcinabili

La Castable Wax è nata nel 2018, garantendo un’ottima soluzione per la fusione e risolvendo anche le criticità della precedente Castable Resin.

A partire da quest’anno però, con la Castable Wax 40, Formlabs offre di fatto due alternative per la microfusione, ognuna delle quali si presta per modelli con differenti caratteristiche e forme. Dunque in alcuni casi per creare un gioiello sarà meglio optare per la nuova resina, in altri per la classica Castable Wax.

Quando scegliere la Castable Wax 40 Resin

La Castable Wax 40 è una resina composta per il 40% di cera. Proprio per questo garantisce ottimi risultati in fase di fusione, anche grazie al suo basso tasso di espansione in questa fase.castable wax 40 img

Questo materiale si presta in particolare per la realizzazione di gioielli pesanti, ma anche per messaggi incisi, fori per incastonature, canaliparticolari intricati e di piccole dimensioni.  

I modelli realizzati con la Castable Wax 40 Resin si distaccano dallo stampo durante la fusione del riempimento in cera, consentendo l’afflusso di ossigeno, accelerando la combustione ed evitando l’espansione che causa difetti nelle colate.

Quando scegliere la Castable Wax Resin

La Castable Wax è composta al 20% di cera. Per questo in fase di fusione sarà necessario avere più accorgimenti e seguire la curva di fusione indicata da Formlabs.castable wax resin img

Tuttavia la minor quantità di cera fa sì che questo materiale si presti particolarmente per alcune tipologie di gioielli. Ad esempio è ideale per modelli con parti molto sottili, come ad esempio le filigrane.

Questa resina rimane più rigida, quindi in fase di stampa si potrà avere un maggior spazio di manovra nel posizionamento dei supporti e dopo la stampa si otterrà un oggetto più “resistente”.

Dunque le due resine Formlabs per la fusione a cera persa si integrano a vicenda, così da garantire una soluzione per una vasta gamma di tipologie di modelli.

Come creare un gioiello con il sistema Formlabs?

Vuoi saperne di più sull’utilizzo ideale e sulla fusione di queste resine? Contattaci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.