ANTLO Treviso 2018, punto di riferimento per il settore del dentale.

Staff Blog, Eventi, Informazione Leave a Comment

ANTLO Treviso Flyer

Per chi non ha potuto partecipare all’ ANTLOmeeting nord di Treviso, svoltosi fra venerdì 9 e sabato 10 novembre, possiamo raccontarvi un po’ noi come è andata.
Come i nostri lettori abituali sanno, non è la prima volta che il nostro team prende parte a una manifestazione organizzata dall’associazione degli odontotecnici italiani, solo il mese scorso abbiamo partecipato al meeting tenutosi a Roma: ANTLO è infatti l’unico sindacato autonomo di categoria, nato nel 1983 a Marina di Carrara, e dunque punto di riferimento fondamentale per il settore del dentale.
Il convegno di novembre, tenutosi presso il Park Hotel Villa Fiorita, come di consueto è stato l’evento che ha chiuso il circuito annuale di congressi ANTLO. Il venerdì si sono tenuti i tavoli tecnici che hanno dato la possibilità ai partecipanti di avere un confronto diretto con i nostri specialisti: abbiamo parlato in particolare del flusso digitale, ovvero della sequenza di operazioni che ha inizio con la scansione del apparato dentale e termina con stampa dell’apparecchio odontoiatrico scelto, e del superamento dei limiti applicativi. Questo superamento è possibile con quelle stampanti “aperte” che, come il modello Max di Asiga, permettono di lavorare con tutti i tipi di resina, consentendo all’utilizzatore di calibrare autonomamente i parametri relativi alla sorgente luminosa, responsabile della solidificazione del materiale.

Il giorno 10 si è tenuto invece il congresso che ha visto sul palco autorevoli relatori, fra i quali Jeorge Reyes, Nazzareno Bassetti, Pietro Venezia, Pasquale Lacasella e Fernando Lotti, che hanno discusso non solo degli aspetti tecnici di laboratorio ma anche di più ampie tematiche aziendali. Anche in questa giornata siamo rimasti a disposizione presso il nostro stand per dare informazioni sulle innovazioni che la stampa 3D sta introducendo nel settore dell’odontotecnica, innovazioni che possono anche portare all’eliminazione dell’uso del gesso nei laboratori. Stampanti come Formlabs Form 2 e la già citata Asiga permettono di produrre modelli in resina di  apparecchi ortodontici, dime chirurgiche, protesi temporanee e molto altro: tutti oggetti che spesso richiedono una realizzazione personalizzata, caratteristica che la stampa 3D soddisfa pienamente.Asiga Max

 

La SLA Form 2, prodotta da Formlabs, è una stampante che ha come caratteristiche principali l’alta risoluzione e la facilità di utilizzo. Asiga, di cui Bilcotech è distributore per l’Italia, è una stampante a resina di tipo DPL che utilizza tecnologia LED ed è anch’essa adatta a un settore che richiede personalizzazione, precisione e qualità dei materiali. A questo proposito con tali stampanti è possibile utilizzare la vasta gamma di resine prodotte dall’azienda tedesca Pro3dure, che tra le altre ha creato la serie GR dedicata proprio al settore dentale: si tratta di resine che possono ad esempio riprodurre, sia nel colore che nella consistenza, i tessuti gengivali o anche di resine emocompatibili per il maxillo-facciale. In particolare l’ultima novità introdotta da questa azienda è la GR17, resina biocompatibile e funzionale alla produzione additiva di corone e ponti provvisori di colorazione A3 e di classe IIA, che hanno una durata certificata di 30 giorni a partire dall’inserimento della protesi dentaria all’interno della cavità orale.

L’associazione ANTLO organizza ogni anno incontri e convegni ai quali noi cerchiamo sempre di partecipare. Se sei quindi interessato alle novità introdotte dalla stampa 3D nel settore odontotecnico e ti sei perso quest’ultimo convegno non preoccuparti, puoi sempre incontrarci il prossimo anno o, meglio ancora, contattarci direttamente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.